Ella Napata

Di

Ella Napata

Pubblicato il

agosto 28, 2019

Tag

Advertising, digital, Social Media

Quando lanciano annunci sponsorizzati, gli operatori del marketing oggi possono usare canali come i messaggi InMail su LinkedIn, per raggiungere segmenti di pubblico più di nicchia. Che si tratti di promuovere un webinar, un whitepaper o di invitare le persone a scoprire di più su determinati prodotti o servizi, Sponsored InMail può essere lo strumento perfetto per promuovere il tuo brand.


Cos’è LinkedIn Sponsored InMail?

Sponsored InMail è uno strumento promozionale di LinkedIn per inviare messaggi InMail sponsorizzati ad altri utenti della piattaforma, anche se non fanno parte della tua rete di collegamenti. I messaggi possono avere fino a 200 caratteri nell’oggetto e 1900 nel corpo del testo. Questo sistema è pensato per informare i professionisti del tuo servizio o prodotto, avviando una conversazione e spingendoli a interagire con il tuo brand.

 

Perché usare Sponsored InMail per la tua campagna paid?

Sponsored InMail permette al tuo brand di rivolgersi a un segmento di mercato anche molto specifico e di far arrivare il tuo messaggio direttamente nei messaggi di posta degli utenti, mentre fanno una pausa e scorrono il proprio feed. A differenza di altri annunci a pagamento, che gli utenti possono scrollare rapidamente, un messaggio InMail apparirà con la notifica del messaggio non letto finché non viene aperto o cancellato. Per questo motivo è molto più facile che le persone clicchino su un messaggio InMail piuttosto che su una tipica sponsorizzazione con un’immagine o un carosello.

 

Come impostare il tuo annuncio con Sponsored InMail

  • Accedi a Linkedin Campaign Manager (linkedin.com/ads)
  • Seleziona una campagna esistente o crea una nuova campagna o gruppo di annunci
  • Crea la campagna assegnandole un nome intuitivo come “Messaggi InMail sponsorizzati” o qualcosa di simile.
  • Definisci chi sarà il mittente del messaggio InMail. Puoi essere tu o un membro del tuo team, ma ricorda che deve essere qualcuno che rappresenti il brand e il massaggio che stai inviando. Una volta selezionato il mittente, dovrai attendere che lui/lei accetti la richiesta.
  • Crea il tuo contenuto! Prepara un testo breve, informativo e con una call to action finale. Per esempio:

 

Ciao Mario Rossi,

 

Come stai? Spero tutto bene!

Voglio segnalarti il nostro webinar a proposito di Global Marketing. I nostri esperti interni parleranno dei temi caldi del momento nell’ambito del marketing globale e risponderanno ad alcuni dubbi diffusi. Con questo webinar potrai:

  • Approfondire la tua conoscenza del mercato globale
  • Aumentare le tue competenze multiculturali, e
  • Scoprire le best practice per comunicare con un team internazionale

Spero di vederli lunedì 26 agosto 2019 alle 14.00. Clicca qui per iscriverti!

Ti auguro una buona giornata,

 

Ciao,

Maria Bianchi

 

  • Seleziona il tuo target. Assicurati di inviare il messaggio alle persone giuste. Per esempio, se stai puntando a un target interessato al marketing globale, meglio restringere il campo al settore “marketing” ed escludere altri gruppi. Puoi anche aggiungere dei fattori AND/OR, per esempio persone interessate al marketing AND con una laurea triennale, oppure OR interessate al marketing internazionale. Le possibilità di targeting offerte da LinkedIn sono davvero infinite.
    Quando lanci la tua campagna fai molta attenzione ai fusi orari. Per esempio, se stai promuovendo un webinar PST (Pacific Standard Time) fai attenzione a selezionare un target che possa effettivamente seguirlo in quel fuso orario.
  • Imposta l’offerta e il budget
  • Lancia la tua campagna InMail!

 

Un piccolo esempio di una nostra campagna con Sponsored InMail

In LEWIS abbiamo ogni mese un nuovo webinar, tenuto dai nostri esperti di marketing, che presentano le novità e i trend in fatto di marketing strategy. Per promuovere i webinar abbiamo lanciato contemporaneamente annunci a pagamento su Linkedin e messaggi InMail sponsorizzati, per verificare quali avrebbero performato meglio.

Il risultato? InMail ha stravinto! Rispetto alle Linkedin paid ads classiche, i messaggi InMail sponsorizzati hanno ottenuto decisamente i risultati migliori. Con Sponsored InMail abbiamo potuto selezionare un segmento di pubblico molto ristretto, abbassando il Costo per Clic (CPC) del 95% e aumentando i clic del 1900%. Alla fine, le iscrizioni al webinar sono aumentate del 225% e il costo per ciascuna conversione è sceso del 73,55%.

 

Se stai pensando di lanciare una campagna paid su LinkedIn, dovresti testare anche i messaggi InMail sponsorizzati per capire se possono essere lo strumento adatto alla tua prossima campagna.

Se vuoi saperne di più a proposito di campagne paid sui social, scopri i nostri servizi Social, Paid & Influencer.

Contattaci