Skip to main content
TEAM LEWIS LEWIS

Di

Kate Garcia

Pubblicato il

luglio 12, 2021

Tag

In media, passiamo circa 2 ore e 25 minuti sui social ogni giorno. Anche io sono in cima a questa curva a campana (ciao TikTok!), ma trovo comunque sorprendente quanto ci affidiamo ai social media per restare in contatto e informarci. Non è certo un segreto che con tutta l’attenzione catturata da questi canali, il Social Media Marketing sia diventato una parte fondamentale di ogni buona strategia di marketing.

Ora potresti chiederti: “Traccio le mie metriche settimanalmente/mensilmente, quindi so cosa succede ai miei social. Perché dovrei avere bisogno di un ulteriore controllo?”. Proprio come un check-up di routine, è sempre bene essere consapevoli dei propri punti di forza e delle opportunità da cogliere sui social media, così come di qualsiasi potenziale minaccia che potrebbe portarti via tempo in futuro. Al di là delle attività quotidiane, un audit dei social media ben fatto aiuta a puntare l’attenzione su:

  • Sentiment del pubblico verso il tuo brand
  • La coerenza attraverso tutti i diversi profili
  • Il ROI dei canali social
  • E molto altro ancora!

Questi audit sono importanti in ogni buona strategia social e possono aiutarti a guidare le azioni del tuo brand sui social per risultati impressionanti. Ecco alcuni step chiave da considerare per iniziare il tuo Social Media Audit.

bacheca feed social

Strategia prima di tutto

Ok, ok, questo magari non è uno step veloce, ma ricorda che una buona strategia è la base solida per ogni decisione che prendi sui social media. Prima di poter valutare la tua presenza sui social, dovresti individuare i requisiti minimi che contano di più per la tua azienda. Per esempio:

  • I tuoi obiettivi di business. Chiediti: “Che aspetto ha il successo?”
  • La tua area di competenza. Chiediti: “Cosa facciamo bene per i nostri clienti?
  • Il tuo pubblico. Chiediti: “Chi sono i miei potenziali clienti?
  • Il comportamento del tuo pubblico. Chiediti: “Come usano i social media i miei utenti?”

Durante questa fase, tieni a mente che le tue attività sui social media sono top-of-the-funnel. Se hai elencato obiettivi o strategie orientate alla conversione, fai un passo indietro e cerca di capire come i social media possono incanalare il pubblico verso strategie più mirate per quegli obiettivi.

Pianifica

Ok, è arrivato il momento di tirar fuori i fogli di calcolo, perché in questa fase del tuo Social Media Audit dovrai fare il bilancio della tua presenza sui social media! Una parte fondamentale di questo processo è la raccolta di tutti i canali social, sia attivi che inattivi, e l’analisi di anno in anno dei social media che possono permetterti di valutare le prestazioni dei diversi profili. Includi gli indicatori di performance chiave (KPI) come il numero di follower, le impressions, l’engagement e le visualizzazioni dei video. Nota, se ci sono account social su cui non pubblichi regolarmente, potresti farne una parte fondamentale della tua checklist. Qui trovi alcuni consigli sull’importanza e i passi per mantenere una presenza social attiva.

Oltre a raccogliere le metriche dei social media, considera anche di dare un’occhiata alla SEO. Sì, hai letto bene! La SEO e i social media lavorano a braccetto per rendere il tuo business più facilmente trovabile sui motori di ricerca da parte di clienti esistenti e potenziali. Dai un’occhiata alle nostre raccomandazioni per un audit SEO del tuo sito e assicurati che i tuoi canali social ti stiano supportando nel posizionamento sui motori di ricerca.

Crea una scheda di valutazione

Eccoci alla parte divertente! Prendiamo i nostri obiettivi e strategie di marketing dal primo step, insieme al nostro inventario dalla secondo, e cerchiamo di identificare gli elementi che stanno funzionando bene e quelli che possono essere migliorati, per orientare le decisioni future e incrementare il ROI. Allinea i tuoi obiettivi di business con i punti di forza di ciascuno dei tuoi canali (forse la maggior parte del tuo pubblico è su Facebook, ma il pubblico su Twitter ha un engagement più alto) e assegna un punteggio a ogni piattaforma in base a quanto raggiunge ciascuno dei tuoi obiettivi.

Suggerimento: prendi appunti sul perché hai dato un certo punteggio a ogni canale per aiutarti nelle azioni specifiche della fase successiva.

Entra in azione!

Una volta che avrai valutato ogni canale, sei pronto a prendere le decisioni finali su come andare avanti. Crea una lista di elementi da aggiornare per migliorare le tue piattaforme, in particolare quelle più performanti, per allinearle meglio ai tuoi obiettivi.

Una cosa da tenere a mente: va bene anche eliminare i profili di social media che sono inattivi! Dovrai stare attento a non lasciare a secco di contenuti il tuo pubblico di riferimento, che dipende dai tuoi canali social per cose come la registrazione di eventi, aggiornamenti sulle notizie, ecc. Fai riferimento al tuo audit SEO per capire che impatto potrebbe avere la rimozione di quel canale e se reindirizzare il tuo canale social media non può essere una strategia migliore.

E come se niente fosse, hai completato il tuo Social Media Audit! Imposta un promemoria per ripeter l’audit una o due volte all’anno (a seconda del numero di canali social e del livello di attività) per assicurarti di star dando il meglio di te.

Stai cercando un partner che ti aiuti con la tua strategia di social media marketing? Dai un’occhiata ai nostri servizi e parliamone!

Contattaci