Ryan Johnston

Di

Ryan Johnston

Pubblicato il

luglio 25, 2019

Tag

digital, SEO

I crawler dei motori di ricerca seguono processi piuttosto semplici quando accedono alle informazioni di un sito e le indicizzano. I fattori della SEO on-page, come l’ottimizzazione dei metadati, giocano un ruolo fondamentale aiutando Google a indicizzare correttamente le informazioni di un sito e posizionarlo per specifiche query di ricerca. Ottimizzare i metadati e seguire le guideline dei motori di ricerca solleva immediatamente le performance del tuo sito e ti offre la chiave per la sua crescita futura. Scopri le nostre best practice per l’ottimizzazione SEO on-page grazie ai metadata da inserire nella tua marketing strategy.


Meta tag title

Cos’è

Un elemento di back end visibile in due posizioni: la prima è in SERP, sopra la meta description, come titolo cliccabile di una specifica URL. La seconda è in alto nella tab del browser. Nelle immagini qui in basso puoi vedere un esempio di entrambe queste posizioni in cui compare il meta tag title. Le pagine sono importanti perché aiutano a indicare ai motori di ricerca l’argomento generale e il contenuto della pagina per farle assegnare un ranking.

 

Ottimizzazione SEO on-page

 

Ottimizzazione SEO on-page

 

Attributi

  • 512 pixel, circa 55 caratteri (puoi testare title poco più lunghi con un simulatore)
  • Includi una o due delle principali keyword rilevanti e non brandizzate
  • Posiziona le keyword principali il più possibile all’inizio del title
    • Esempio: SEO Services & Affordable SEO Consulting
  • La prima lettera di ogni parola dovrebbe andare in maiuscolo
    • Congiunzioni e preposizioni, invece, restano in minuscolo
    • Esempio: SEO Services and Affordable SEO Consulting
  • Il nome del brand dovrebbe andare alla fine del title, in modo da favorire il ranking dell’URL in caso di query di ricerca per brand
    • Esempio: | LEWIS

 

Meta description

Cos’è

Un elemento back end di un sito, non visibile lato front end, ma visualizzabile al di sotto del meta tag title di una URL che appare in SERP come risultato di una ricerca. L’ottimizzazione delle meta description non è un fattore di ranking diretto, ma è vitale per il click-through rate (CTR), uno dei molti fattori legato a un buon posizionamento. Una meta description ben scritta permette agli utenti di avere un assaggio del contenuto della tua pagina e può invogliarne qualcuno a cliccare sul tuo sito. Un meta tag description è inserito in HTML come: <meta name = “description” content= “Our SEO services put your brand at the top of the search engines, claiming brand dominance in the category and establishing your business as the authority.”/>

 

Ottimizzazione SEO on-page

 

Attributi

  • La lunghezza raccomandata della meta description è 920 pixel, circa 155 caratteri o anche meno se includi gli spazi (puoi testare la lunghezza con un simulatore)
  • Includi la frase con la keyword individuata del meta tag title non più di due volte
  • Cerca di posizionare le keyword il più possibile all’inizio della description
  • Non è sempre necessario includere il nome del brand nella meta description, perché sarà già presente nel meta tag title e nell’URL della pagina
  • Evita di usare simboli o segni di punteggiatura superflui. Trattini, virgolette, parentesi possono rubare caratteri preziosi
  • Includi una seconda keyword rilevante rispetto alla prima individuata
    • Keyword secondaria: motori di ricerca, authority, business
  • Includi punti per la vendita o call to action se puoi (caratteri permettendo)
    • Esempio: complimentary SEO audit, 25% off the first-month retainer, etc.
  • Ogni meta description dovrebbe essere unica e diversa da tutte le altre

 

Header 1 (h1)

Cos’è

Si tratta di un elemento on-page visibile ai lettori che mostra il tema generale della pagina. L’h1 è simile al meta tag title, come questo, infatti, dà il senso generale e la sintesi del contenuto della pagina. L’h1 dovrebbe comparire in cima alla pagina con la dimensione maggiore del font. Il meta tag dovrebbe essere racchiuso in <h1>. Per esempio <h1> SEO Services</h1>.

 

 

Ottimizzazione SEO on-page

 

Ottimizzazione SEO on-page

 

Attributi

  • Ti raccomandiamo di inserire un solo h1 per pagina
  • Includi la frase con la keyword individuata del meta tag title
  • Keyword individuate: SEO Services
  • Esempio h1: SEO Services

 

Header 2 (h2)

Cos’è

Un elemento on page leggibile che funge da sottotitolo dell’h1. L’h2 è utilizzato spesso quando sulla pagina c’è molto testo, in modo da suddividerlo in paragrafi più brevi. Il tag h2 dovrebbe contenere i termini di ricerca con volumi più alti, rilevanti per l’argomento e il contenuto della pagina. Per esempio: <h2>Perché la nostra SEO agency è differente</h2>.

 

Ottimizzazione SEO on-page

 

Attributi

  • All’interno di una pagina si possono usare diversi h2, purché ben posizionati nel contesto
  • La cosa importante è creare una gerarchia di header chiara e lineare
  • Includi la frase con la keyword individuata del meta tag title
  • Esempio h2: SEO Agency, SEO Professional Services
  • Se una frase con la keyword di riferimento per la pagina è stata usata nell’h1, allora è meglio includere nell’h2 una keyword semanticamente correlata a quella principale

 

Body copy

Cos’è

Il contenuto visibile e informativo di una pagina, ciò che l’utente stava cercando e che vuole leggere. La sezione body può includere testo, immagini, video, tabelle, grafici, audio e molto altro.

 

Ottimizzazione SEO on-page

 

Attributi

  • Secondo Google, il contenuto dovrebbe avere informazioni utili che indichino chiaramente il tema della pagina e forniscano spunti e idee ai lettori
  • Includi keyword primarie e secondarie in tutto il copy della pagina (anche con le parole che hai usato nei meta data)
    • La keyword dovrebbe apparire 2 o 3 volte nel testo
    • Evita il keyword stuffing, potrebbe compromettere la qualità della pagina
  • Crea contenuti che rispondano alle domande che gli utenti cercano, coinvolgi gli utenti e incoraggiali a condividere
  • Cerca di essere originale e offri un contenuto di valore per i lettori

 

Meta tag keyword

Cos’è

Dal 2009 Google ha annunciato che il suo motore di ricerca non avrebbe più utilizzato il campo dei meta tag keyword come fattore di ranking, al contrario di quanto faceva il suo algoritmo fino a quel momento. Nel tempo, infatti, le persone avevano iniziato a inserire in quel campo anche parole che non avevano nulla a che fare con il contenuto della pagina. A chi faceva ricerche online venivano quindi mostrate pagine non rilevanti rispetto alle loro query, cosa che rendeva spiacevole l’esperienza degli utenti sul motore di ricerca di Google.

 

Scopri di più sui nostri servizi SEO, oppure continua a leggere altri articoli di approfondimento, come quello sulla Site Depth.

Contattaci