Di

Aaron Crossey

Pubblicato il

febbraio 22, 2019

Tag

Come chiunque scriva per vivere, niente mi spaventa più della pagina bianca. I blog su come scrivere sono per lo più inconcludenti e lasciano il tempo che trovano.


Eppure, il nostro lavoro di PR è così centrato sulla scrittura che credo sia il caso di affrontare la questione. Che si tratti di un contenuto, un’intestazione, una pagina web o una mail di presentazione per un giornalista, sono felice di condividere le mie strategie per reagire al temuto foglio bianco.

blocco creativo o dello scrittore

Sii realistico

Qualcuno più sveglio di me una volta ha detto qualcosa tipo “cominciare è al 95% finire”. Ma cosa succede se esaurisci tutte le forze solo per strutturare la prima frase?

A meno che la tua scadenza non sia nei successivi trenta minuti, solo in pochi sono capaci di scrivere un articolo di 1000 parole in un’unica volta. Il segreto per portare a termine un pezzo piuttosto lungo è porsi degli obiettivi piccoli, misurabili e raggiungibili. Scrivere 250 parole al giorno ti farà sbrigare un articolo di 1000 parole in un attimo.

Il risvolto negativo di questo metodo di content creation è che avrai bisogno di partire con largo anticipo e di lasciarti davvero un sacco di tempo libero a disposizione per scrivere. Non sempre abbiamo un simile lusso, ma quando ti capiterà di farlo sarai soddisfatto di te stesso per la grande partenza.

Non essere titubante

Non tentennare mai lungo il percorso per sfondare il blocco. Ci siamo passati tutti, naturalmente. A volte hai un certo numero di parole da raggiungere, ma non hai nient’altro da dire. In quel momento, tutte le manie di grandezza e le argomentazioni attentamente costruite che hanno guidato il tuo intero pezzo crollano di fronte alla cruda realtà del foglio bianco.

Il problema con le frasi lunghe e contorte – come quella che ho appena scritto – è che in realtà non dicono niente. Sarà evidente a ogni lettore attento che quella frase è solo riempitiva. E se quest’ultimo ha a cuore il suo tempo, smetterà di leggere. In un’intestazione non è un approccio efficace, in una mail di presentazione è game over totale.

Impara da un grande procrastinatore

Ho sempre pensato che il modo migliore per risolvere un problema sia la fuga. La buona notizia è che nell’era di internet non è mai facile scappare. In ogni caso, se può suonare come un lasciapassare per non fare niente, non è così. Non risolverai il blocco dello scrittore con la procrastinazione cronica, ma prenderti una pausa facendo qualcos’altro può aiutarti.

Non sono molto d’accordo con chi pensa che le migliori idee arrivano mentre stai procrastinando. Le mie arrivano nei momenti di panico totale, ma ognuno è diverso. Ma comunque le idee arriveranno certamente solo se non resti impietrito di fronte alla pagina bianca.

Non sottovalutare mai il potere creativo del pensiero subconscio. Quando il tuo io razionale ce la sta mettendo tutta per ignorare il problema, il tuo lato creativo potrebbe essere impegnato a risolverlo. A volte il modo migliore per sconfiggere il blocco dello scrittore è chiudere tutto e andare a fare una passeggiata.

Contattaci